Lo street food indiano (e la ricetta facile dei pakora)

Lo street food indiano

Niente aiuta a comprendere una cultura più del cibo, soprattutto se si tratta di cibo di strada. E l’India è un perfetto campo di sperimentazione perché tra le strade di Delhi trovi ancora oggi i venditori di kebab che piacevano ai re Moghul mentre a Calcutta si può assaggiare uno street food indiano dai sapori fusion, frutto dell’epoca coloniale britannica.

Anche se il cibo di strada è apprezzato in tutto il Paese, sono quattro le città più famose per assaggiare le specialità locali da passeggio:

  • Delhi: La capitale dell’India non solo oggi, ma anche durante il periodo dei re Moghul e del dominio britannico. È un insieme di culture che ne fa il paradiso dei buongustai e, per questo, un ottimo posto per assaggiare il buonissimo street food indiano: kebab, Chole (pane croccante fritto), Chaat (spuntino a base di patate e/o fagioli) e Momos (ravioli al vapore).

  • Jaipur: Il cibo qui è saporito, speziato e dolce. Da assaggiare nella Città Rosa sono i Pani Puri (palline di pasta fritta vuote all’interno) e il Kathi Roll (rotolo di pane ripieno di carne arrostita).

  • Mumbai: Città vivace e frenetica, che riflette il suo essere nei piatti. Qui sono state inventate squisitezze come il Pav Bhaji (denso curry di verdure servito con pane morbido) e il Bhel Puri (croccante spuntino a base di riso soffiato, verdure e una salsa piccante al tamarindo).

  • Calcutta: Famosa per il grande numero di venditori di street food indiano che affollano le strade, offre molta varietà di sapori. Uno tra tutti: il Khati Roll. Si tratta di una focaccia arrotolata contenente spiedini, uova, limone, spezie e peperoncino.
Street food indiano

Tra tutti i piatti provati in India, e raccontati nel mio libro Storie, cucina e sapori dell’India – Sari, Samosa e Sutra, ho scelto di regalarvi una delle ricette più semplici da replicare a casa per una festa o un aperitivo tra amici, la ricetta dei pakora.

I Pakora non vengono preparati solo dai venditori di cibo di strada, ma vengono spesso serviti anche nelle case e nei ristoranti come antipasto: sono deliziose frittelle da servire con Chutney e Chai, il tipico tè.

Ricetta pakora indiani

La ricetta dei Pakora mix

Ingredienti:
300 g di patate tagliate a fette
300 g di cipolle tagliate a fette
250 g di farina di ceci
1 cucchiaino di lievito o di bicarbonato
1 cucchiaio di succo di limone
½ cucchiaino di peperoncino
1 cucchiaino di tandoori masala in polvere
1 cucchiaino di garam masala in polvere
coriandolo fresco tritato a piacere
olio di arachidi per friggere

Procedimento:
1- Setacciare la farina di ceci e il lievito in una ciotola.
2- Aggiungere il peperoncino in polvere, il garam masala e il tandoori masala e mescolare bene.
3- Aggiungere il succo di limone e l’acqua necessaria a ottenere una pastella liscia. Per capire se la consistenza è giusta, immergervi un cucchiaio: il composto deve creare una pellicola sul dorso.
4- Lasciare riposare per 15 minuti.
5- Immergere la verdura tagliata nella pastella e friggerla in olio profondo.
6- Servire i pakora caldi e croccanti con Chutney alla menta o altre salse agrodolci.


Questo articolo è stato scritto dalla giornalista Federica Giuliani 🙏



box micatuca e neri pozza

Se adori la cucina indiana e i suoi sapori ti consigliamo di dare un’occhiata alla nostra box speciale dedicata all’India e realizzata in collaborazione con la casa editrice Neri Pozza.

Nella box troverai:
– 2 ricette tratte dal libro di Alka Joshi “L’arte dell’henné a Jaipur” 
– intervista alla nostra local + descrizione degli alimenti che trovi nella box
– Il libro “L’arte dell’henné a Jaipur” + 1 tovaglietta americana in cotone serigrafata da Veronica Cerri
– mix di 20 spezie MDH Kitchen King
– kewra water
– semi di finocchio ricoperti di zucchero
– lenticchie rosse
– ghee, burro chiarificato
– cardamomo
– mandorle